News del Settore

14/11/14.  Sblocca Italia, abusivismo edilizio: multe fino a 20.000 euro. Ora il testo passa al Senato. Approvato il testo alla Comissione Ambiente di Motecitorio, per sanzioni da 2.000 a 20.000 in caso di inottemperanza accertata all'ingiunzione di demolizione. Tutti i casi sono elencati al nuovo comma 4-bis dell'art. 31 del T.U..


18/11/14. Il marchio MB diventa un marchio depositato.

____________________________________________________________

21-10-14. LEGGE STABILITA' 2015 - PARTITE IVA. Imposta unica del 15% per i professionisti che registrano ricavi da 15 mila a 40 mila euro ed esclusione dagli studi di settore

18-10-14. BANDA LARGA. Tutte le nuove costruzioni e le ristrutturazioni che richiedano il permesso di costruire dopo il 1° luglio 2015, dovranno essere equipaggiati di un’infrastruttura fisica multiservizio passiva interna all’edificio costituita da adeguati spazi installativi e da impianti di comunicazione ad alta velocità in fibra ottica fino ai punti terminali di rete.

15-10-14. CANNE FUMARIE. Tar Lazio, con sentenza 10134/2014 spiega che è richiesto il permesso di costruire quando le canne fumarie non sono di piccole dimensioni, risultano evidenti rispetto alla costruzione e alla sagoma dell'immobile e non possano considerarsi un elemento accessorio o di ridotta e aggiuntiva destinazione pertinenziale.

13-10-14. CAMBIO D'USO. Tar Marche, con la sentenza 816/2014, afferma che nel caso di cambi di destinazione d’uso, anche senza opere edilizie, che comportano il passaggio ad un’altra categoria funzionale e un maggiore carico urbanistico, bisogna pagare il contributo di costruzione.

 

____________________________________________________________

28/07/2014. - Con una rettifica pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 24 luglio, sono stati pubblicati gli Allegati al Dlgs 102/2014 di recepimento della Direttiva 2012/27/UE per la promozione dell’efficienza energetica: 1. legislazione comunitaria; 2. audit energetici; 3. cogenerazione e teleriscaldamento/teleraffreddamento; 4. analisi costi-benefici; 5. informazioni per gli operatori; 6.-7. criteri di regolamentazione reti energia; 8. elementi minimi figuranti nei contratti di rendimento energetico.

04/08/2014. Avviata consultazione online fino a settembre, per messa a punto misure attuative per avviare i cantieri pubblici e gli interventi contro il dissesto idrogeologico.

____________________________________________________________

 Agevolazione del 50% su IMU 2014: per ciò che concerne l’Imposta Municipale Unica (IMU) le condizioni di inagibilità e di inabitabilità dell’immobile consentono al contribuente di pagare esattamente la metà della quota dell’imposta, attraverso la riduzione alla metà della base imponibile relativa all’immobile. Al fine di poter usufruire dell’agevolazione è necessario, per il contribuente:

1. Presentare l’istanza di riduzione;
2. Constatare l’effettiva condizione di inutilizzo, inabitabilità e inagibilità dell’immobile mediante
 dichiarazione sostitutiva di notorietà che attesti tale situazione (ma attenzione alle sensibili differenze presenti tra un Comune e l’altro). Da sottolineare il fatto che la riduzione comincia dalla data di presentazione dell’istanza.

Agevolazione del 50% su TASI 2014: non esistono norme che disciplinano in maniera esplicita il nodo dell’agevolazione; tuttavia un richiamo effettuato tramite le FAQ pubblicate dal Dipartimento Finanze lo scorso 4 giugno: si può pertanto affermare chevalgono per la TASI le medesime regole dell’IMU in ordine alla possibilità di usufruire della agevolazione del 50% per inagibilità e inabitabilità.

Agevolazione del 50% su TARI 2014: gli immobili e i fabbricati che ricadono in situazione inagibilità o inabitabilità debbono essere ritenuti esenti dal pagamento di questa tassa: sono soggetti a tassazione solo i locali o aree idonei alla formazione dei rifiuti.

13/06/2014.  IL PROGETTISTA DI UN'OPERA POTRA' PARTECIPARE ALLA GARA PER REALIZZARLA.  La Legge europea 2013 bis modifica l’articolo 90 comma 8 del Codice Appalti; la Camera ha approvato la norma che consente al progettista di un’opera di partecipare alla gara per realizzarla e che introduce semplificazioni in materia di avvalimento, danno ambientale e ritardo nei pagamenti. Il progettista potrà quindi partecipare alla gara se dimostra che l’esperienza acquisita nello svolgimento degli incarichi di progettazione non determina un vantaggio tale da falsare la concorrenza con gli altri operatori.

13/06/2014. MODELLI UNICI PER SCIA E PERMESSO DI COSTRUIRE per tutti gli 8 mila Comuni d'Italia.

12/06/2014. PRIMA CASA, LANCIATO IL LEASING IN ALTERNATIVA AL MUTUO; 

La proposta prevede una detrazione fiscale del 19% fino a un massimo di 15 mila euro annui, per i giovani sotto i 35 anni con un reddito fino a 55 mila euro che decidano di ricorrere alla locazione finanziaria (leasing) in alternativa al mutuo per l’acquisto dell’abitazione principale.
 E per favorire l’esercizio dell’opzione finale di acquisto dell’immobile, il disegno di legge prevede una detrazione del 19% del costo di acquisto del bene, per un importo non superiore a 20.000 euro. 
Le suddette agevolazioni si applicano, ridotte del 50%, anche agli over 35.

17-04-2014. RIQUALIFICAZIONE ALBERGHI: Incentivi per il recupero edilizio e la riqualificazione proposta dal Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, in un’audizione nelle Commissioni Industria di Camera e Senato in cui è stata data qualche anticipazione sulle prossime iniziative per il turismo.

15-04-2014 - I volumi tecnici non hanno nessun rilievo dal punto di vista urbanistico, (ok all'autorizzazione paesaggistica postuma); Lo ha stabilito di recente il Tar Campania con la sentenza 645/2014.

14-04-14. CALDAIE CONNESSE ALLA POMPA DI CALORE: detrazione fiscale del 65% per i sistemi di climatizzazione invernale costituiti da un’unità esterna e un’unità interna che, in un unico contenitore, prevedono sia la caldaia a condensazione che una pompa di calore di piccola potenza..  Il chiarimento è arrivato dall’Enea, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, con la faq 74.

___________________________________________________________________________________

Incentivi per la riqualificazione degli edifici:

28-02-2014. È legge la Delega Fiscale. Al momento, le riqualificazioni energetiche e le ristrutturazioni sono incentivate rispettivamente con una detrazione fiscale del 65% e del 50%. Il livello di queste aliquote resterà tale fino al 31 dicembre 2014 e poi scenderà nel 2015 rispettivamente al 50% e 40%, mentre tornerà al 36% a partire dal 2016.

 

Obbligo 35% rinnovabili dal 2014:

L’obbligo di dotare gli edifici nuovi e quelli sottoposti a ristrutturazioni rilevanti di impianti di produzione di energia che ne producano almeno il 35% da fonti rinnovabili scatta da quest’anno. La Camera ha annullato la decisione del Senato di far slittare questa prescrizione all’anno prossimo.
 
Le percentuali di rinnovabili da utilizzare negli interventi restano quindi quelle indicate dagli scaglioni temporali previsti dal Decreto Legislativo 28/2011:
- il 20% per le richieste di titolo edilizio presentate dal 31 maggio 2012 al 31 dicembre 2013;
- il 35% per le richieste di titolo edilizio presentate dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2016;
- il 50% se il titolo edilizio è rilasciato dal 1° gennaio 2017.
 

Il mancato rispetto delle percentuali causa l'annullamento del titolo edilizio.

___________________________________________

 

07/02/2014. RINNOVABILI, REVISIONE DEGLI INCENTIVI. La prima versione del decreto prevede che gli incentivi alle fonti rinnovabili vengano rimodulati per pesare meno sulle tariffe elettriche. Gli operatori possono continuare a usufruire degli incentivi per il periodo residuo oppure scegliere un incentivo più basso, ma prolungato di sette anni rispetto alla scadenza inizialmente prevista. Chi decide però di non avvalersi della rimodulazione per dieci anni dalla fine del periodo di incentivazione non potrà usufruire di altre agevolazioni.

 

04/02/2014.  RITARDO PAGAMENTI, L'UE CONCEDE 5 SETTIMANE DI TEMPO ALL'ITALIA per dimostrare di non aver violato le norme comunitarie, poi pagherà fino a 5 miliardi. E' il peggior pagatore d'Europa, lo afferta Antonio Tajani, vicepresidente della Commissione Europea.

 

03/02/2014. MANUTENZIONE IMPIANTI TERMICI, le imprese individuali potranno continuare ad occuparsi della manutenzione degli impianti termici. Lo ha chiarito un emendamento al ddl Destinazione Italia, approvato dalle Commissioni Finanze e Attività Produttive della Camera. Come sottolineato da Cna Installazione Impianti, per "terzo responsabile" si intende il soggetto che ha requisiti e competenze tali da essere delegato ad assumere la responsabilità dell'esercizio, della conduzione, del controllo, della manutenzione e del contenimento dei consumi energetici dell’impianto termico. Nelle norme in questione, però, il terzo responsabile deve essere una persona giuridica.

____________________________________________________________________________________

 

Ristrutturazioni: ok al bonus 50% anche se si sposta l’edificio

24/01/2014. Lo spostamento non deve avvenire in un altro sito ma deve essere di lieve entità. Lo ha chiarito il sottosegretario del ministero dell’Economia, Pier Paolo Baretta, rispondendo ad una interrogazione in Commissione Finanze alla Camera. Il DL 69/2013 “Del fare” ha reso possibile le demolizioni e ricostruzioni con cambio di sagoma. Le ristrutturazioni, devono quindi rispettare solo la volumetria preesistente.
Come chiarito da Baretta, la sagoma è strettamente legata all’area di sedime, quindi annullando l’una viene meno anche l’obbligo di rispettare l’altra.

 

____________________________________________________________________________________

Secondo i precetti dell’ecosostenibilità dell’edilizia residenziale, e quindi relativi all’intero processo costruttivo, alla sua fruizione e, infine, alla sua demolizione alla fine del proprio ciclo di vita, si deve valutare l’impatto ambientale di ogni fase della “intera” vita in servizio a partire dalla "ecosostenibilità" dei materiali e delle tecniche di costruzione impiegate.

Possiamo sintetizzare i principali fattori da considerare nel processo costruttivo:

Materiali: materie prime, processi estrattivi e produttivi:

impatto ambientale e inquinamento "lontano" dal sito di costruzione

energia necessaria (rinnovabile/non rinnovabile) per i processi di estrazione delle materie prime e per la produzione dei materiali

inquinamento ed emissioni ambientale durante la costruzione e le manutenzioni,

emissioni nocive dei materiali posti in opera negli ambienti confinati

emissioni ed energia consumata nella gestione del costruito                                                          (riscaldamento/raffrescamento)

Smaltimento/riciclo/riuso dei materiali al termine del ciclo di vita della costruzione

 

Riassumendo l'intero ciclo di vita (LCA) di un edificio, nel costruirlo vanno accettate le seguenti regole di base: (a) minimizzare il consumo di risorse non rinnovabili; (b) contribuire al rafforzamento dell’ambiente naturale; (c) eliminare o minimizzare la messa in circolo di sostanze tossiche.

 

Come sono messe le nostre case?

Recenti stime per il solo fabbisogno termico residenziale in Italia fornisce valori fino a ca. 150.000 KWh/m2•anno per la maggior parte delle costruzioni esistenti, anche recenti. Questo indice ci dimostra come in fase progettuale si debbano prendere maggiori accorgimenti.

Modello di riferimento è sicuramente il tentativo di certificazione energetica, come quello del progetto CasaClima (KlimaHaus) del Comune di Bolzano, con una progettazione termica più mirata, dove si prevede che i fabbisogni termici possono essere ridotti fino a ca. un quinto, cioè a ca. 30.000 KWh/m2•anno.

__________________________________________________________________________________________

 

INCENTIVI FISCALI IRPEF 2014

Per l’elevata vulnerabilità alle azioni sismiche, il problema della sicurezza delle costruzioni esistenti è di fondamentale importanza in Italia: un’alta percentuale del patrimonio edilizio ha una vita di servizio superiore ai 40 anni, ed evidenzia  (come messo in luce dalle NCT) gravi carenze strutturali, anche a livello di prescrizione del calcestruzzo,  e la totale carenza di interventi di manutenzione nel tempo.


Il Legislatore che ha prorogato con la Legge di Stabilità 2014 il sistema di incentivazioni fiscali IRPEF previsto dalla Legge 90/2013 per interventi di adeguamento e miglioramento antisismico di fabbricati adibiti ad abitazione principale o ad attività produttive.
Questa nuova Guida affronta e chiarisce la disciplina normativa in tema di messa in sicurezza delle strutture di edifici residenziali e luoghi di lavoro nello scenario vigente, ne individua i principi ispiratori e delinea il percorso metodologico previsto dalla specifica disciplina.

Bonaldo geom. Mauro potrà essere di aiuto per pianificare l'adeguamento del Vostro edificio!

 

Contratti senza APE, restano valide le multe fino a 18 mila euro

La mancanza dell’APE, Attestato di prestazione energetica, nei contratti di compravendita e affitto è punita con una multa da 3 mila a 18 mila euro, mentre non è valida la "nullità differita" introdotta con la Legge di Stabilità. Il chiarimento è arrivato dal Ministro della Giustizia, Anna Maria Cancellieri.

Ai contratti di compravendita immobiliare, agli atti di trasferimento di immobili a titolo oneroso o ai nuovi contratti di locazione di edifici o di singole unità immobiliari soggetti a registrazione deve essere allegato l'APE, come previsto dal DL Destinazione Italia 145/2013

In mancanza dell'APE, le parti sono soggette al pagamento, in solido e in parti uguali, di una multa che può variare dai 3 mila ai 18 mila euro; nelle locazioni di singole unità immobiliari, invece, la multa oscilla tra i mille e i 4 mila euro. Se il contratto ha una durata fino a tre anni, la sanzione è ridotta della metà.